Bracciale con leopardo collezione speciale Joharia

Leopardo

79,00

Sulle pareti della Sala di re Ruggero, nel Palazzo Reale di Palermo, leopardi e pavoni, centauri e cacciatori si alternano secondo precise simmetrie, in una decorazione splendida e quasi astratta che rimane l’unico esempio siciliano di mosaico profano.

Aggiungi alla Shopping Bag
Bracciale con leone in tessuto e argento

Leone

79,00

I grifi e i leoni che arricchiscono le pareti della sala di re Ruggero – nella Torre della Gioiaria di Palazzo dei Normanni a Palermo – fanno riferimento alla potenza e alla tenacia del sovrano. I mosaici compongono una preziosa allegoria della corte normanna.

Aggiungi alla Shopping Bag

Arciere/Cervo

165,00

I soffitti della Sala di re Ruggero, nella Torre della Gioiaria, mostrano una preziosa allegoria della corte normanna. Affascinato dalla magnificenza e dalla bellezza delle residenze arabe, il re Ruggero II d’Altavilla volle che l’intera stanza fosse decorata da splendidi mosaici, opera di maestranze di origine bizantina e orientale.

Aggiungi alla Shopping Bag

Cigno/pavone

165,00

Tra le tessere d’oro e di pasta vitrea dei mosaici, la Sala di re Ruggero – unico esempio di mosaico siciliano profano – esalta il fascino della natura e dell’Oriente ed è simbolo della fusione tra culture che caratterizza la Sicilia del Medioevo.

Aggiungi alla Shopping Bag

Leone/leopardo

165,00

Il Palazzo Reale, anche conosciuto come Palazzo dei Normanni, fu costruito su resti romani, bizantini, arabi ed era un importante centro di potere: si pensa che proprio la Torre della Gioiaria, progettata con gusto e ricercatezza, ospitasse gli appartamenti dei sovrani. I suoi mosaici sono una preziosa allegoria della corte normanna.

Aggiungi alla Shopping Bag

Arciere/cervo

170,00

Il nome “Gioaria “ deriva dall’arabo al-jawhariyya, che significa “l’ingioiellata”: la Torre era così chiamata per la sua opulenza, grazie ai soffitti decorati con tessere d’oro che compongono l’idea di un giardino dell’Eden.

Aggiungi alla Shopping Bag

Cigno/pavone

170,00

Un giardino paradisiaco, tra palme rigogliose e battute di caccia, arcieri e cervi, centauri mitologici, leoni e leopardi, pavoni piumati e candidi cigni, si compone con eleganza e precisione sui soffitti e sulle pareti della Torre della Gioiaria, grazie a preziose tessere d’oro.

Aggiungi alla Shopping Bag

Leone/leopardo

170,00

Sulle pareti della Sala di re Ruggero nella Torre della Gioiaria, tra il verde delle palme, è possibile scorgere magiche figure di pavoni e leopardi, centauri e cacciatori. La bellezza del mosaico scaturisce dallo splendore dei soggetti rappresentati che ritmicamente si ripetono.

Aggiungi alla Shopping Bag

Arciere

69,00

L’ispirazione della collezione Joharia ha origine dalla dominazione Normanna di Ruggero II di Sicilia e di Federico II di Svevia, il sovrano illuminato che fece della Sicilia la culla delle lettere e delle arti mettendo insieme le diverse identità culturali dell’isola – da quella greca a quella latina, passando per l’araba e l’ebraica – e che diede i natali ad una lingua unificante, la romanza, primo esempio di integrazione linguistica e culturale.

Aggiungi alla Shopping Bag

Cervo

69,00

I mosaici della Torre della Gioiaria sono famosi – oltre che per la loro magnificenza – per il tema: particolare è il fatto che non siano rappresentati motivi religiosi ma animali esotici, scene di caccia e piante, ripetuti secondo uno schema simmetrico dal forte valore simbolico.

Aggiungi alla Shopping Bag

Cigno

69,00

Il palazzo, anche conosciuto come Palazzo dei Normanni, fu costruito su resti romani, bizantini e arabi e considerato un importante centro di potere. I mosaici al suo interno hanno una forte valenza simbolica: la categoria degli animali è molto diffusa, tra questi spicca il cigno – simbolo di eleganza e vibrazioni celesti.

Aggiungi alla Shopping Bag

Pavone

69,00

Il pavone è emblema di bellezza reale, resistenza, coraggio e immortalità. La rappresentazione degli uccelli nelle opere d’arte è un elemento culturale dell’antica tradizione iraniana; la raffigurazione degli alberi, soprattutto palme, deriva invece dalla tradizione musulmana. Lo stile del Palazzo dei Normanni è frutto di una ricca commistione di culture.

Aggiungi alla Shopping Bag