Fico d’India

Charm in argento 925 placcato oro e smalti

NON COMPATIBILE CON I BRACCIALI DELLA LINEA D-JAVÚ

Il Fico d’India è simbolo di calore e forza: il frutto proviene da una pianta spesso non irrigata che sopravvive a mille intemperie. Era considerato un alimento prezioso per il contadino, soprattutto nel periodo della vendemmia: secondo un’antica usanza il proprietario della vigna donava questi frutti ai vendemmiatori per impedire che mangiassero l’uva durante il raccolto.

€48,00

COD: 20000049 Categoria: Tag: ,

Potrebbe anche piacerti...

gemelli-fico

Fico d’India

€130,00

Il fico d’India è legato, nell’immaginario collettivo, alla Sicilia. Simbolo di forza e di colore dell’Isola perché il frutto proviene da una pianta selvatica che spesso non irrigata, sopravvive a mille intemperie. Qui viene utilizzato come alimento prezioso per l’inizio della giornata lavorativa del contadino, soprattutto nella stagione della vendemmia; in tutta l’Isola da San Cono  alle pendici dell’Etna, dal nisseno fino all’agrigentino è tradizione infatti consumare fichi d’india durante la colazione. Costume che deriva dall’antica usanza del proprietario della vigna che donava senza parsimonia questi dolci frutti ai suoi vendemmiatori per impedire che mangiassero troppa uva durante il raccolto.

Aggiungi alla Shopping Bag
Bracciale Fico D'India

Fico d’India

€56,00

Il Fico d’India è simbolo di calore e forza: il frutto proviene da una pianta spesso non irrigata che sopravvive a mille intemperie. Era considerato un alimento prezioso per il contadino, soprattutto nel periodo della vendemmia: secondo un’antica usanza il proprietario della vigna donava questi frutti ai vendemmiatori per impedire che mangiassero l’uva durante il raccolto.

Aggiungi alla Shopping Bag
Collana con pendente Fico d'India Isola Bella Gioielli

Fico d’India

€110,00

Il fico d’India è legato, nell’immaginario collettivo, alla Sicilia.
Simbolo di forza e di colore dell’Isola perché il frutto proviene da una pianta selvatica che spesso non irrigata, sopravvive a mille intemperie.

Qui viene utilizzato come alimento prezioso per l’inizio della giornata lavorativa del contadino, soprattutto nella stagione della vendemmia; in tutta l’Isola da San Cono alle pendici dell’Etna, dal nisseno fino all’agrigentino è tradizione infatti consumare fichi d’india durante la colazione.

Costume che deriva dall’antica usanza del proprietario della vigna che donava senza parsimonia questi dolci frutti ai suoi vendemmiatori per impedire che mangiassero troppa uva durante il raccolto.

Aggiungi alla Shopping Bag