Fico d’India

Orecchini in argento sterling 925 placcato in oro e smalti.

La pala di fico d’india è uno dei simboli della Sicilia più autentica. Il suo dolce frutto, grazie al suo alto valore nutritivo, era il cibo dei contadini che nell’antichità lavoravano la terra.

58,00

Dimensione: 1.50 × 0.80 cm COD: 20000661 Categorie: , , , Tag:

Potrebbe anche piacerti...

Stella marina

39,00

Emblema di amore e bellezza e simbolo di salvezza nei momenti difficili, la stella marina è una delle creature più affascinanti dei fondali.

Acquista

Ruota

58,00

La ruota è uno degli elementi chiave del carretto siciliano. Decorarla con tinte accesi e motivi tipici siciliani è una vera e propria arte.

Acquista
Orecchini Riccio

Riccio

140,00

I ricci di mare sono tipici dei fondali del Mar Mediterraneo.
Gli aculei proteggono il corpo formato da un dermascheletro rigido e fragilissimo, costituito da piastre colorate saldate tra loro.

Acquista

Cassata

120,00

La cassata dall’arabo qas’at, “bacinella” è una torta tradizionale siciliana.
Le radici della cassata risalgono alla dominazione araba in Sicilia (IX-XI secolo). Gli arabi avevano introdotto a Palermo la canna da zucchero, il limone, il cedro, l’arancia amara, il mandarino, la mandorla. Insieme alla ricotta di pecora, che si produceva in Sicilia da tempi preistorici, erano così riuniti tutti gli ingredienti base della cassata, che all’inizio non era che un involucro di pasta frolla farcito di ricotta zuccherata e poi infornato.
Gli spagnoli introdussero in Sicilia il cioccolato e il pan di Spagna e durante il barocco si aggiunsero infine i canditi.
Inizialmente la cassata era un prodotto della grande tradizione dolciaria delle monache siciliane ed era riservata al periodo pasquale.  Un proverbio siciliano recita “Tintu è cu nun mancia a cassata a matina ri Pasqua” (“Meschino chi non mangia cassata la mattina di Pasqua”).

Acquista

Bummulu

110,00

L’anfora siciliana per eccellenza. La tradizione vuole che il vero bummulu, sia ottenuto da un impasto di terracotta e sale, quest’ultimo per le sue caratteristiche igroscopiche, garantiva una porosità tale da consentire una traspirazione.
Questa manteneva un film esterno umido che essudando stabilizzava per molte ore la temperatura fresca dell’acqua o del vino.
Ma la nostra amata anfora, antica compagna di carritteri e viandanti, ancor oggi viene annoverata tra gli strumenti più caratteristici, perchè vuota, soffiando dentro la sua cavità, emette un sibilo basso, che è unico nella sua sonorità.

Acquista