Stella marina lapilli verde

Orecchini in argento sterling 925 placcato in oro e smalti con Cubic Zirconia.

La stella marina è una creatura tra le specie più colorate e appariscenti che si trovano nelle acque tropicali. Dotata di grande bellezza, risulta particolarmente vulnerabile alle contaminazioni dell’ambiente marino.

79,00

Dimensione: 1.40 × 1.40 cm COD: 20000834 Categorie: , , , , Tag: , ,

Potrebbe anche piacerti...

Orecchini Riccio

Riccio

140,00

I ricci di mare sono tipici dei fondali del Mar Mediterraneo.
Gli aculei proteggono il corpo formato da un dermascheletro rigido e fragilissimo, costituito da piastre colorate saldate tra loro.

Acquista

Corallo

120,00

Un antico mito narra che il sangue di Medusa, incontrandosi con l’acqua salata, sia in grado di trasformare le alghe in preziosi rami di corallo rosso. È formato da una colonia di microrganismi che crescono solo in determinate condizioni: è una delle ricchezze più grandi, simbolo di eternità, che si conserva negli anfratti del Mar Mediterraneo nelle sue varianti cromatiche che vanno dal rosa – tipico di Sciacca – al rosso.

Acquista

Asso d’oro

130,00

Un Rapace che incorpora una grande moneta, che raffigura un vessillo reale, segno di ricchezza, influenza negli affari e simbolo di valuta in oro, che non a caso è tra i metalli più preziosi.

Acquista
Orecchini siciliani Bummulu di Isola Bella Gioielli

Mini Trinacria Bummulu

120,00

In araldica il termine Trinacria indica una testa femminile con tre gambe piegate da essa moventi. Spesso, per la sua forma triangolare, anche la Sicilia è così definita: dal greco antico “trinacrios,” che significa treis (tre) e àkra (promontori), come quelli che delimitano il perimetro dell’isola.

È la tipica anfora siciliana, compagna di carritteri e viandanti, oggi elencata tra gli strumenti più caratteristici: soffiando dentro la sua cavità, quando è vuoto, si ottiene un sibilo basso unico nella sua sonorità.

Acquista

Bummulu

110,00

L’anfora siciliana per eccellenza. La tradizione vuole che il vero bummulu, sia ottenuto da un impasto di terracotta e sale, quest’ultimo per le sue caratteristiche igroscopiche, garantiva una porosità tale da consentire una traspirazione.
Questa manteneva un film esterno umido che essudando stabilizzava per molte ore la temperatura fresca dell’acqua o del vino.
Ma la nostra amata anfora, antica compagna di carritteri e viandanti, ancor oggi viene annoverata tra gli strumenti più caratteristici, perchè vuota, soffiando dentro la sua cavità, emette un sibilo basso, che è unico nella sua sonorità.

Acquista

Cannolo

120,00

I cannoli sono una delle specialità più conosciute della pasticceria siciliana. In origine venivano preparati in occasione del carnevale; ha conosciuto una notevolissima diffusione sul territorio nazionale, divenendo in breve un rinomato esempio dell’arte pasticcera italiana nel mondo. L’origine del cannolo è sicuramente lontana nel tempo. Nel 70 a.C. Cicerone all’epoca della sua permanenza in Sicilia come questore, parlava di un dolce simile al cannolo odierno: “Tubus farinarius, dulcissimo, edulio ex lacte factus”, (tubo farinaceo ripieno di latte per un dolcissimo cibo). In realtà il riferimento del nome è legato alle canne di fiume cui veniva arrotolata fino a pochi decenni fa la cialda durante la sua preparazione.

Acquista